Di Jannacci, di figa e di cicatrici varie

Pubblicato: aprile 2, 2013 in Amore, Canzoni, Stories, Uncategorized
Tag:, , ,

Scrivere, si sa, è molto più semplice partendo da fatti di cronaca. E la cronaca di questa settimana, tra nuovi papi e vecchi ministri, ci ha riportato la morte di Jannacci Vincenzo, detto Enzo, poeta e cantore della Milano città ma non ancora metropoli e sospesa a metà tra il non essere più piccola e non ancora grande.  Mi ha fatto ripensare a quanto io, oggi, mi senta sospeso “tra un domani che arriva ma che sembra in apnea ed i segni di ieri che non vanno più via” (e questa è del Ligabue, va beh..).

Già, i segni di ieri. Passo il Lunedi dell’angelo in una festa allargata da 20 persone e mi diverto pure. Eppure mi sento anche invisibile per quella parte dei presenti che più contano, le ragazze. Tutti i ragazzi hanno un nome, una faccia. Tutti hanno un sorriso dedicato a loro. Ma io no. Vecchi ricordi, così è sempre stato. Chi si sente con una, chi con due; chi si isola; chi condivide complici istanti con l’anima gemella pure in mezzo alla gente. E io niente. Io invece ricevo un messaggio da una ex-tra-virgolette di sette anni fa, già mamma adolescente e ora genitrice in crisi che in me ha forse l’unica persona che potrebbe tenerla in qualche considerazione. Cicatrici di ieri, più che segni.

Il domani in apnea. Che sembra non arriverà mai, perchè come ci si fa una vita, da trasparenti alle donne?

E’ possibile vivere SENZA donne? Al di là dell’imbarazzo per essere solo in mezzo a coppie.  Il mal di vivere dentro si cura? Io, per ora, non ci sono riuscito.

Ecco, il mio domani che spero arrivi. Realisticamente. Senza illudermi di diventare improvvisamente come tutti quei complimenti che mi fanno ma che poi non si traducono in realtà. Restando trasparente. Riuscirò a smettere di piangere, un giorno?

Arrivo a Jannacci e ad uno dei suoi pezzi più celebri. Lette, certe frasi mi appartengono così tanto..

Si potrebbe poi sperare tutti in un mondo migliore
dove ognuno sia già pronto a tagliarti una mano
un bel mondo sol con l’odio ma senza l’amore
e vedere di nascosto l’effetto che fa

Si potrebbe andare tutti quanti al tuo funerale
per vedere se la gente poi piange davvero
e scoprire che battono anche le suore
e vedere di nascosto l’effetto che fa

Buonanotte a voi, che avete ancora sogni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...